Tu sei qui: Home ALTRE NOTIZIE Calciomercato, i 10 aquisti piu' costosi nella storia del calcio

Calciomercato,Serie A,Serie B-Milan,Juve,Inter

Calciomercato, i 10 aquisti piu' costosi nella storia del calcio

E-mail Stampa PDF
( 0 Voti )

ronaldo-presCosa accomuna Cristiano Ronaldo, Falcao, Mendieta, Buffon e Zidane? Tutti quanti sono stati protagonisti di trattative di mercato estenuanti che li hanno portati ad essere acquistati per cifre da capogiro. Calciomercato.it vi propone la lista dei 10 giocatori più costosi della storia del calcio.

1) CRISTIANO RONALDO – 94 milioni di euro, la cifra più alta mai pagata nella storia del calcio per acquistare un giocatore: tanto il Real Madrid ha sborsato nell’estate del 2009 per strappare Cristiano Ronaldo al Manchester United. 146 gol in 144 partite, fino ad ora, sembrano giustificare la spesa per un campione di livello assolto, capace di risolvere le partite da solo. Con lui non è arrivata la ‘Decima’ Champions League, ma con questi numeri, sembra solo questione di tempo.

2) ZINEDINE ZIDANE – Per cinque lunghi anni la moglie ha cercato di convincerlo a lasciare le colline torinesi per una squadra che giocasse vicino al mare. Quando il Real offrì alla Juve 73,5 milioni di euro, e a lui un contratto faraonico, perfino ‘madame-Zizou’ si convinse che, anche senza la spiaggia, Madrid tutto sommato non era così male. E in maglia ‘merengue’, Zidane toccò l’apice della sua carriera nei club, con quel gol straordinario nella finale di Champions League vinta contro il Bayer Leverkusen.

3) ZLATAN IBRAHIMOVIC – 50 milioni di euro più il cartellino di Eto’o (per un totale di 69, 5 mln) e’ l’offerta del Barcellona per strappare Zlatan dalle mani dell’Inter. Un affare, solo per i nerazzurri che senza lo svedese, in un anno vincono Campionato, Coppa Italia e Champions League, eliminando proprio i blaugrana in semifinale, consegnando alla storia una squadra da leggenda e la più azzeccata operazione di mercato dell’era Moratti.

4) KAKA’ – Solo sei mesi prima, accettando le lusinghe del Manchester City, il Milan avrebbe potuto incassare molto più dei 65 milioni che il Real Madrid depositò nelle casse rossonere per il trequartista brasiliano. Che a Milanello, ancora oggi, rievoca un’era di vittorie, mentre con la ‘camiseta blanca’, ha iniziato un lento declino.

5) LUIS FIGO – Nell’estate del 2000, Florentino Perez fa una promessa ai soci del Real Madrid: in caso di sua elezione a presidente del club, porterà Luis Figo in ‘blancos’. Detto, fatto: con 60 milioni di euro, il Barcellona si convince a vendere il proprio gioiello agli odiati rivali. Ma la ferita inferta ai tifosi blaugrana è di quelle che non si rimarginano e al suo ritorno al Camp Nou da avversario, al portoghese viene lanciata la testa di un maiale.

6) FERNANDO TORRES – Già strapagato dal Liverpool che lo strappò all’Atletico Madrid, ‘El Nino’, nel gennaio del 2011, diventa l’obiettivo di Roman Abramovich, uno che se una cosa la vuole, se la prende. Con 58 milioni di euro, il Chelsea si assicura un attaccante che nei primi sei mesi a ‘Stamford Bridge’ segna una sola volta. Le 11 reti della stagione passata, con tanto di gol in semifinale di Champions contro il Barcellona, sanno di risveglio ma non bastano a giustificare la spesa.

7) HERNAN CRESPO – La Lazio campione d’Italia del 2000, per regalare un colpo sensazionale ai tifosi, doveva scegliere tra lui e Batistuta. Si puntò tutto su Valdanito, più giovane e di prospettiva rispetto a Bati-gol. Estenuante il duello a distanza con la Juve, vinto grazie ad un’offerta irrinunciabile: soldi più i cartellini di Conceicao e Almeyda, per un valore totale di 55 milioni di euro, convinsero il Parma a farlo partire per Roma. Dove si laureò subito capocannoniere con 26 reti, una sola su calcio di rigore.

8) GIANLUIGI BUFFON – Quando Luciano Moggi si decide a dar via quel Van der Sar che in due anni di Juve ne aveva combinate di tutti i colori, l’unico obiettivo per la porta bianconera diventa il numero uno della nazionale, Gigi Buffon. Fino a quel momento, estate 2001, nessuno era mai riuscito a convincere il Parma a privarsene: ci vollero 54,2 milioni di euro per far cambiare maglia a Buffon, diventato l’acquisto più costoso nella storia del club torinese.

9) GAIZKA MENDIETA – Uno dei misteri più grandi della storia del calcio: due volte finalista di Champions League con il Valencia, due volte nominato miglior giocatore del torneo, Mendieta si guadagna la stima di Sergio Cragnotti che nel 2001 lo porta alla Lazio per sostituire il partente Nedved spendendo 48 milioni di euro. Cifra mai ripagata sul campo, visto che Mendieta, in 20 presenze con la maglia biancoceleste, si rivela un flop di dimensioni inaudite.

10) RADAMEL FALCAO – Capocannoniere nell’Europa League conquistata dal Porto di Villas Boas, l’attaccante colombiano diventa, nell’estate del 2011, l’oggetto più ambito del mercato. In tante piombano su di lui ma alla fine è l’Atletico Madrid ad accaparrarselo, sborsando 47 milioni di euro. Soldi ben spesi, visto che i colchoneros, grazie ai 36 gol del ‘Tigre’, sfiorano la qualificazione in Champions e vincono l’Europa League a mani basse con una suo doppietta in finale contro l’Athletic Bilbao.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


FACEBOOK

Google ADS

Amazon