Tu sei qui: Home CHAMPIONS LEAGUE Beffa Real Madrid: è 2-1

Calciomercato,Serie A,Serie B-Milan,Juve,Inter

Beffa Real Madrid: è 2-1

E-mail Stampa PDF
( 0 Voti )

Prove generali di finale all’Allianz Arena di Monaco di Baviera. La prima semifinale di Champions League oppone Bayern Monaco e Real Madrid, che si affrontano a viso aperto dando vita ad una partita ricca di emozioni. Finisce 2-1 per i bavaresi e Monaco è ancora una volta indigesta per i madridisti. Ribery e Gomez firmano la vittoria dei tedeschi, di Ozil il momentaneo pari. Vince la squadra che ci ha messo più cuore. L’accesso alla finale è comunque una partita ancora aperta e si gioca tra 8 giorni al Santiago Bernabeu.
Heynckes sceglie Kroos e lascia Muller in panchina. Dall’altra parte Mourinho punta su Ozil mentre Marcelo e Kakà vanno in panchina. I primi minuti sono di alta tensione, con le due squadre che provano a prendere le redini del gioco con grande aggressività a centrocampo. Il primo vero sussulto arriva al 7’ quando Ozil lancia Benzema che prova il tiro dal vertice dell’area ma trova attento Neur che devia in angolo.
Il Real sembra più padrone del campo, il Bayern reclama un rigore al 14’ per un contatto tra Sergio Ramos e Ribery ma l’arbitro Webb lascia correre. Al 17’ i bavaresi vanno in vantaggio con Ribery: sugli sviluppi di un calcio d’angolo il francese sfrutta nel modo migliore uno sfortunato assist di Sergio Ramos e lascia partire un destro forte e teso sul quale Casillas nulla può. Il vantaggio galvanizza i bavaresi trascinati proprio dal francese.
Il Real accusa il colpo e fa fatica ad imporre il proprio gioco mentre i padroni di casa (che hanno in Schweinsteiger un altro elemento di fondamentale importanza) controllano la partita. Cristiano Ronaldo prova la conclusione personale dalla distanza (al 22’ e poi al 29’), ma è il Bayern a fare la partita e a mettere in seria difficoltà gli uomini di Mourinho, che non trovano gli spazi. I tedeschi dominano e sfiorano il gol del 2-0 al 40’ con Mario Gomez, il cui diagonale è deviato in angolo da Casillas.
Il Real prova a reagire e a metter paura ai tedeschi. La partita è avvincente, fatta di continui capovolgimenti di fronte. La ripresa si apre nel segno del Real Madrid: dopo un paio di incursioni per parte (al 6’ azione personale di Robben che si porta la palla da destra verso il centro ma il suo tiro finisce alto sulla traversa), le merengues trovano il pareggio all’8’ con Ozil che finalizza un’azione targata Cristiano Ronaldo: il portoghese prima si fa parare un tiro da Neuer, poi sul recupero di Benzema serve Ozil che da due passi segna il gol dell’1-1. Al 17’ il Bayern si rende pericoloso con Mario Gomez ma Casillas neutralizza con una uscita provvidenziale impedendogli la conclusione.

La partita è emozionante e spigolosa, fioccano le ammonizioni (alla fine se ne conteranno otto, tre nel Bayern, cinque tra gli spagnoli), con l’inglese Webb che lascia correre qualche fallo di troppo. Il Real prova a ripartire, Benzema è prezioso a tener palla e a far respirare i suoi ma sono i padroni di casa ad andare più volte vicini al vantaggio. Al 25’ è ancora Gomez ad avere l’occasione del 2-1 ma colpisce male. Al 37’ Ribery davanti a Casillas cerca l’assist per Robben invece di tirare consentendo il recupero dei difensori spagnoli. Al 44’ il gol della vittoria porta la firma di Gomez (12/o gol in Champions), che sfrutta nel migliore dei modi un cross di Lahm.


 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


FACEBOOK

Google ADS

Amazon