Tu sei qui: Home EURO 2012 Algeria-Slovenia 0-1

Calciomercato,Serie A,Serie B-Milan,Juve,Inter

Algeria-Slovenia 0-1

E-mail Stampa PDF
( 0 Voti )

LE FORMAZIONI – Di nuovo ai mondiali dopo 24 anni, l'Algeria del ct Saadane scende in campo con un 3-5-1-1 molto difensivo. Davanti a Chaouchi, spazio a Bougherra, Yahia e Halliche. Kadir agisce sulla fascia destra, mentre sulla corsia opposta spazio a Belhadj, calciatore autore di un ottimo stagione con la maglia del Portsmouth. In mezzo al campo la compagine africana fa affidamento sui piedi buoni di Ziani e le capacità di interdizione di Yebda e Lacen. Matmour-Djebbour il tandem d'attacco.

Classico 4-4-2 per la Slovenia che in attacco s'affida al centravanti del Colonia Novakovic e Zlatko Dedic, calciatore con un lungo passato in Italia e protagonista del play-off contro la Russia che ha regalato il mondiale alla piccola nazione alpina. Kirm, Koren, Radosavljevic e Birsa compongono la linea mediana. Difesa molto 'italiana': davanti al portiere dell'Udinese Handanovic, spazio a Brecko, Suler e i due calciatori del Chievo Cesar e Jokic.

GARA BLOCCATA - Il primo tempo tra le due compagini del gruppo C rispetta tutte le previsioni della viglia: con due squadre molto attente alla fase difensiva e con poca qualità in attacco nessuno si aspettava infatti una gara spettacolare. Poche occasioni, squadre macchinose e spettacolo che arriva unicamente dagli spalti grazie alle vuvuzelas, ormai sempre più il simbolo di questo mondiale. Uno dei calciatori più positivi della prima frazione è senza dubbio Belhadj: al 4' mette in mostra il suo sinistro da calcio piazzato, ma è bravo Handanovic a deviare in angolo. La noia prevale nella prima mezz'ora, la Slovenia mostra un'ottima organizzazione e in attacco s'affida unicamente al sinistro del suo numero dieci: Valter Birsa. E' sua l'occasione più pericolosa della prima frazione con un tiro dal 20 metri deviato in angolo da Chaouchi. Unica vera emozione in fase offensiva per l'Algeria arriva da un colpo di testa di Halliche su azione d'angolo che finisce di un metro a lato alla sinistra della porta difesa da Handanovic.

PAPERA CHAOUCHI, TRE PUNTI ALLA SLOVENIA - La ripresa riparte sugli stessi ritmi. Saadane e Kek provano a svoltare il match inserendo Ghezzal e Ljubijankic al posto degli impalpabili Djebbour e Dedic. L'attaccante del Siena dimostra di essere più propositivo tra le maglie della difesa slovena, ma in poco più di dieci minuti commette due ingenuità che gli costano il doppio cartellino giallo. Nonostante la disparità numerica, la partita sembra filare senza particolari sussulti, ma al 79' ecco l'episodio che decide il match: Koren con l'interno destro sfodera un tiro non irresistibile; Chaouchi commette un errore colossale e il pallone finisce in fondo al sacco. Saadane inserisce Saifi e Guedioura, ma le emozioni latitano nell'ultimo scorcio di match. La Slovenia rischia di chiudere la partita in dieci per un brutto fallo di Komac che rimedia solo il giallo, ma – nel complesso – riesce a conservare abbastanza agevolmente il vantaggio acquisito.

TRIPLICE FISCHIO – Difficile immaginare al momento che Algeria e Slovenia possano impensierire Stati Uniti e Inghilterra. La gara ha messo in luce tutti i limiti strutturali di compagini che hanno evidenti problemi nella fase di costruzione di gioco. Buone le prestazioni di Belhadj da un lato e Birsa dall'altro. Possibilità di qualificazione per l'Algeria che a questo punto sono estremamente ridotte. Per la Slovenia sarà invece decisiva la prossima sfida contro gli Stati Uniti.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


FACEBOOK

Google ADS

Amazon