Tu sei qui: Home EURO 2012 Olanda-Danimarca 2-0

Calciomercato,Serie A,Serie B-Milan,Juve,Inter

Olanda-Danimarca 2-0

E-mail Stampa PDF
( 0 Voti )

LE FORMAZIONI - E' finalmente Olanda: quella Oranje è una delle nazionali più attese, considerando soprattutto il fenomenale parco attaccanti che possiede. Non c'è Robben, ma il tecnico Bert van Marwijk concede comunque il 4-2-3-1 con Stekelenburg fra i pali, difesa con Van der Wiels, Heitinga, Mathjisen e Van Bronckhorst. Van Bommel e De Jong a formare la cerniera di centrocampo, con Kuyt, Sneijder e van der Vaart dietro a Van Persie. Dall'altra parte Olsen schiera Sorensen in porta, Jacobsen e Simon Poulsen terzini, con Agger e Kjaer coppia centrale. Centrocampo folto con Enevoldsen, Christian Poulsen, Kahlenberg e Jorgensen, più la mezzapunta Rommedahl. Davanti, come unico terminale, Bendtner.

IMBRIGLIATI  - Possesso palla, corsa e divertimento: questi sono i dogmi dell'Olanda di van Marwijk, che dalla cintola in su può essere, legittimamente, considerata una delle nazioni più forti al mondo. L'inizio, però, vede una Danimarca rocciosa che non dà spazio alle sfuriate oranje, anche se le ripartenze sono lente e non all'altezza della fase difensiva. Succede così che un colpo di testa di Bendtner, al ventisettesimo, è il primo vero sussulto della gara. Da annotare anche un tentativo di Kuyt da fuori, comunque centralissimo e controllato da Sorensen in due tempi. I ritmi si alzano intorno alla mezz'ora: prima Heitinga rischia, con una carambola pazzesca, di beffare il portiere danese, poi Rommedahl - in contropiede - sparacchia  su Stekelenburg.

MEGLIO LA DANIMARCA - I biancorossi si fanno preferire per organizzazione difensiva, e verso la fine del primo tempo anche in zona gol. Kahlenberg ci prova da posizione angolata, Stekelenburg manda in angolo con un bel volo che concede qualcosa anche ai fotografi. L'Olanda dà la sensazione di girare a vuoto e che solo un episodio possa favorirla: un rimpallo mette in moto van Persie che - però - usa il destro solamente per camminare, ciabattando fuori da buona posizione.

FLIPPER - Come detto precedentemente, solo un episodio poteva far cambiare l'andamento della partita: inizia il secondo tempo, Van Persie dalla corsia mette un cross apparentemente innocuo. Poulsen sbaglia l'iintervento, colpendo Agger e portando in vantaggio - suo malgrado - l'Olanda. Sfortunata Danimarca, quindi, che rischia però di affondare: Kjaer gestisce malissimo un pallone in difesa, dando il tre contro due agli Oranje. Van Persie, a tu per tu con Sorensen, cincischia con il pallone e non riesce a raddoppiare. E' poi van der Vaart a deviare in maniera maldestra il pallone, che quasi beffa Sorensen.

RIMPALLI - A poco a poco scompaiono gli scandinavi, e sale in cattedra l'Olanda. Van Bommel si fa venti metri di corsa, anche grazie a un contrasto, per poi sparare da posizione difficile. Bravo Sorensen a metterci le mani. Poi è Sneijder ad andare vicino al gol, con una conclusione deviata che va a stamparsi sulla traversa. Al terzo tentativo gli Oranje passano: filtrante per Elia, dimenticato da Agger nell'occasione, che si trova a tu per tu con Sorensen. Vincerebbe ancora il portiere danese, se la palla non sbattesse sul palo per favorire il rimbalzo di Kuyt. C'è ancora spazio per un salvataggio di Simon Poulsen che ha del miracoloso, prima della fine della partita.

TRIPLICE FISCHIO - L'Olanda porta a casa i tre punti, non meritandolo appieno, anche se la Danimarca ha evidenziato tutti i problemi realizzativi che ha dalla cintola in su. I biancorossi sono messi molto bene in campo, ma fisicamente hanno pagato dazio per un primo tempo giocato a mille (e molto bene).

Tabellino

Marcatori: 46' Agger (aut), 85' Kuyt.

Olanda (4-2-3-1): Stekelenburg; Van der Wiel, Heitinga, Mathjisen, van Bronckhorst; van Bommel, de Jong (dal 88' De Zeeuw); Kuyt, Sneijder, Van der Vaart (dal 67' Elia); Van Persie (dal 76' Afellay).

Danimarca (4-4-1-1): Sorensen; Jacobsen, Agger, Kjaer, Simon Poulsen; Enevoldsen (dal 56' Gronkjaer), Christian Poulsen, Kahlenberg (dal 72' Eriksen), Jorgensen; Rommedhal; Bendtner (dal 62' Beckmann).

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


FACEBOOK

Google ADS

Amazon