Tu sei qui: Home EURO 2012 Giappone-Camerun 1-0

Calciomercato,Serie A,Serie B-Milan,Juve,Inter

Giappone-Camerun 1-0

E-mail Stampa PDF
( 0 Voti )

LE FORMAZIONI – Il Giappone sceglie un atteggiamento offensivo con il tridente offensivo formato da Honda, Matsui larghi e Okubo centravanti. Centrocampo con Hasebe, Abe ed Endo, difesa solida a quattro uomini davanti a Kawashima formato da Komano, Nakazawa, Tulio Tanaka e Nagatomo. Il Camerun risponde con un modulo speculare con il vecchio Hamidou in porta preferito a Kameni, Mbia e Assou-Ekotto terzini e N'Koulou, Bassong coppia centrale. A centrocampo Makoun riveste il ruolo di mediano con Matip e Enoh ai lati, in avanti Eto'o a destra, Webò al centro e Choupo-Mouting a sinistra.

HONDA SORPRENDE IL CAMERUN - Il primo tempo della sfida fra nipponici e africani regala pochissime emozioni che le due squadre che cercano di curare più la fase difensiva perdendosi appena superata la trequarti. Nel primo quarto d'ora di gioco solo le uscite a vuoto di Kawashima mettono i brividi ai tifosi giapponesi, mentre Eto'o, troppo defilato sulla destra, fatica a mettersi in moto e trascinare i suoi. Anche il portiere africano non è da meno del collega sulle uscite alte, facendo si che il Giappone cerchi spesso i cross tagliati verso il centro dell'area sperando in un errore dell'estremo difensore. Dal 20° però il Giappone alza il ritmo del gioco e inizia a farsi vedere spesso dalle parti di Hamidou, con Honda e Matsui che sfruttano i limiti dei due terzini per affondare i colpi, con la difesa centrale che deve sempre sbrogliare a fatica. Solo al 38° il Camerun riesce a rendersi pericoloso con Assou-Ekotto, molto bravo ad attaccare, che va sul fondo e guadagna un corner per la chiusura di Nagatomo, dagli sviluppi dell'angolo Enoh prova da lontano senza però far tremare Kawashima. Passa un minuto soltanto e i nipponici passano in vantaggio: Solita discesa di Matsui sulla destra, cross in mezzo su cui la difesa africana si fa trovare impreparata e palla sul secondo palo dove Honda stoppa e con un pregevole colpo sotto batte il portiere Hamidou. Non succede più nulla fino al fischio dell'arbitro. Meglio il Giappone, al di la del gol, in questa prima frazione sopratutto quando si allarga e attacca sfruttando i corridoi laterali. Nel Camerun Eto'o troppo isolato e lontano dalla porta, Le Guen dovrà trovare una soluzione per sfruttare al meglio il talento della sua stella.

ASSEDIO INFRUTTUOSO – Nella ripresa nessun cambio da parte dei due tecnici e copione uguale al primo tempo, con il Giappone che sfrutta le fasce e il Camerun che aspetta un segno da parte di Eto'o. Al 50° l'attaccante interista affonda bene sulla destra, semina un paio di avversari e serve al centro Choupo-Mouting che però sbaglia il tiro alzando troppo la mira, il giovane attaccante africano ha un'altra buona occasione un paio di minuti dopo, ma la mira difetta sempre. Camerun più vivo in questo inizio ripresa con anche Webò che finalmente prova a cercare la porta di testa senza però impensierire Kawashima. Al 63° Le Guen prova il tutto per tutto togliendo il terzino Matip per inserire un'altra punta, Emana, alla ricerca del pareggio. La risposta di Okada è l'ingresso di Okazaki per l'ottimo Matsui, più peso offensivo per il Giappone a discapito di fantasia e velocità. Emana cerca di dare vivacità al gioco del Camerun, scambiando spesso con Eto'o ma senza trovare però il guizzo decisivo per battere a rete. Nonostante la pressione sulla difesa nipponica sia altissima il Camerun non trova varchi per impensierire il portiere avversario che vive un pomeriggio di tranquillità. Le Guen alla caccia del pari inserisce anche Geremi e Idrissou per dare maggiori soluzioni offensive ai suoi, e proprio Idrissou crea subito un'occasione rubando un pallone al limite, ma poi controlla male e favorisce l'intervento di Nakazawa. Al 79° il Camerun non sfrutta una posizione da posizione interessante con Geremi che colpisce la barriera e poi non viene raggiunto dal passaggio di Eto'o. Il Giappone però non si limita a difendersi, anzi va vicino al raddoppio all'82° con Hesabe che da fuori impegna Hamidou alla respinta corta, palla che arriva Okazaki che colpisce in pieno il palo, ma l'arbitro ravvede una posizione di fuorigioco dell'attaccante e ferma l'azione. Risponde all'85° il Camerun con Mbia che da fuori area prova a sorprendere Kawashima, pallone che colpisce in pieno l'incrocio dei pali col portiere nipponico fuori causa. La gara regala in coda le maggiori emozioni come nel primo tempo con Hamidou che da prova di poca sicurezza su un tiro da lontano di Hasabe, per fortuna del Camerun non c'è nessun avversario sul pasticcio del portiere che può recuperare la sfera. Gli africani nel recupero hanno le due occasioni più nitide della gara con Eto'o e Webo, sopratutto è il secondo a sprecare da due passi il possibile pari, su assist di Geremi infatti l'attaccante gira bene a rete, ma non riesce ad imprimere forza, Kawashima riesce a bloccare praticamente sulla linea salvando il vantaggio e la vittoria dei suoi. Deludente il Camerun di Eto'o, troppo sacrificato in posizione defilata, che non mette in mostra neanche lo strapotere fisico tipico delle squadre africane. Le Guen dovrà trovare soluzioni ad un attacco poco prolifico, magari spostando il bomber dell'inter in posizione centrale. Ottimo il Giappone che difende in maniera ordinata e attacca sfruttando i punti deboli della retroguardia avversaria. Incredibile la condizione atletica dei nipponici che corrono senza sosta per tutti i novanta minuti.

I TABELLINI:

Giappone (4-3-3): Kawashima; Nagatomo, Nakazawa, Tanaka, Komano; Abe, Hasebe (43' st Inamoto), Endo; Matsui (24' st Okazaki), Honda, Okubo. A disposizione: Narakazi, Yawaguchi, Uchida, S.Nakamura, Tamada, Yano, Iwamasa, K.Nakamura, Konno, Morimoto. C.T.: Okada.
Camerun (4-3-3): Souleymanou; Assou-Ekotto, Bassong, Nkolou, Mbia; Enoh, Makoun (30' st Geremi), Matip (18' st Emana); Choupo-Moting, Webo, Eto'o. A disposizione: Kameni, Assembe, R.Song, A. Song, N'Guemo, Bong, Chedjou, Idrissou, Mandjeck, Aboubacar. C.T.: Le Guen.
Arbitro: Olegario Benquerenca (Portogallo)
Marcatori: 39' Honda (G)
Ammoniti: Nkolou, Mbia (C), Abe (G)

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


FACEBOOK

Google ADS

Amazon