Tu sei qui: Home EURO 2012 Argentina-Corea Del Sud 4-1

Calciomercato,Serie A,Serie B-Milan,Juve,Inter

Argentina-Corea Del Sud 4-1

E-mail Stampa PDF
( 0 Voti )

LE FORMAZIONI - Un solo cambio per l'Argentina di Maradona, che prova una formazione ancora più offensiva di quella mostrata all'esordio con la Nigeria. Maxi Rodriguez prende il posto di Juan Sebastian Veron, che lamenta problemi fisici. 4-3-2-1 per Maradona, quindi, con Romero in porta, Gutierrez e Heinze terzini, Samuel-DeMichelis coppia centrale. Di Maria e Mascherano a completare il centrocampo, con Messi e Tevez a supporto di Higuain. Dall'altra parte 4-4-1-1 per la Corea, con Jung in porta, Oh, Cho, Lee Jung-Soo e Lee Young-Pyo in difesa. Lee Chyung-Yong, Ki, Kim e Yeom a centrocampo, Park Ji-Sung in appoggio a Park Chu-Young.
CALCI PIAZZATI - Parte bene l'Argentina, con Di Maria e Tevez che appaiono due giocatori diversi rispetto a quelli criticati nella prima partita.E' però una situazione da fermo che cambia il punteggio della partita: dalla destra spiove un pallone per Heinze, che cicca la conclusione. Dietro di lui c'è Park Chu Young, che di stinco batte il proprio portiere. Come nella prima partita, però, la Corea del Sud denota problemi enormi nel difendere i calci da fermo. I sudcoreani timidamente tentano di uscire dal guscio, ma la conclusione di Ki si perde alta di poco. Chi si aspetta Leo Messi si trova un Carlos Tevez strepitoso, che corre e lotta come un terzino e ha la qualità del fantasista. Su una punizione guadagnata proprio dall'Apache, Burdisso prolunga di testa per Higuain, che inzucca il pallone del 2-0. Difesa coreana orribile nell'occasione, senza considerare l'intervento molto goffo del portiere, lentissimo nello scendere. Di Maria, al 39', va vicinissimo al terzo gol con un esterno destro, ma stavolta il numero uno coreano risponde presente.

SUL VELLUTO, ANCHE TROPPO - Verso la fine del primo tempo Messi regala a Maradona un momento revival: danza sul pallone, movimento secco a saltare due uomini e pallonetto di sinistro sul palo lontano. Palla fuori di un soffio, ma applausi scroscianti per la Pulce. Si aspetta solo la goleada, ma al 46' Demichelis si addormenta su un pallone semplice semplice: Lee Chung-Yong imita Park-Ji Sung nella prima partita e gli ruba palla, scavalcando Romero in uscita con un delizioso tocco sotto. Secondo tempo che vede lo stesso canovaccio del primo, con i biancazzurri che dimostrano potenza in ogni giocata, salvo poi sbagliare sotto porta: Higuain e Messi hanno la possibilità di richiudere il match, ma la difesa sbroglia con qualche difficoltà. Occasionissima al 58' con la Corea del Sud che parte velocissima in contropiede: Chung-Yong filtra per Yeom Ki-Hun, che arriva a tu per tu con Romero. La conclusione finisce sull'esterno della rete, ma i biancazzurri si dimostrano decisamente imperfetti in difesa, l'assenza di Samuel si fa sentire.

HIGUAIN GUADAGNA IL PALLONE DELLA PARTITA - L'Argentina continua a macinare occasioni da gol, con Messi, Tevez e Higuain, ma la situazione rimane bloccata fino al 76', quando finalmente la Pulce trova spazio sulla sinistra: primo tiro ribattuto da Jung, secondo dal palo. Sul rimbalzo, però, la palla finisce a Higuain, appostato a un metro dalla porta - in fuorigioco - e che deve solo ribadire in rete. L'albiceleste non si ferma più: Messi, al limite dell'area, pallonetta per Aguero, che d'esterno vede Higuain in mezzo all'area. El Pipita, tutto solo, insacca di testa.

TRIPLICE FISCHIO - A differenza della partita con la Nigeria, l'Argentina è decisamente più fredda nelle conclusioni, e la Corea del Sud non ha in porta un Enyeama che fa la gara della vita. Bene Higuain, bene anche Messi, ma ci sono voluti due calci piazzati per sbloccare la partita. Da valutare l'infortunio di Samuel, che potrebbe costare molto alla retroguardia albiceleste.

Tabellino

Marcatori: 16' Park Chu-Young (aut.), Higuain 33', Lee Chung-Yong 46', Higuain 76', Higuain 80'.

Argentina (4-3-2-1): Romero; Gutierrez, Samuel (dal 22' Burdisso), Demichelis, Heinze; Di Maria, Mascherano, Maxi Rodriguez; Messi, Tevez (dal 75' Aguero); Higuain (dal 82' Bolatti). All.: Diego Armando Maradona.

Corea del Sud (4-4-1-1): Jung, Oh, Cho, Lee, Lee Yung, Ki (dal 46' Kim Nam-Il), Kim, Yeom, Park Ji Sung, Lee Cho, Park Cho (dal 81' Lee Dong). All.: Huh Jung Moo.

Arbitro: Frank De Bleecker (Belgio).

 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


FACEBOOK

Google ADS

Amazon