Tu sei qui: Home EURO 2012 Grecia-Argentina 0-2

Calciomercato,Serie A,Serie B-Milan,Juve,Inter

Grecia-Argentina 0-2

E-mail Stampa PDF
( 0 Voti )

Due a zero dell'Argentina sulla Grecia, con l'albiceleste che chiude la fase a gironi a punteggio pieno. Grecia eliminata. Agli ottavi sarà Argentina-Messico.

LE FORMAZIONI - Aguero e Milito titolari nell'undici maradoniano, con Messi, schierato dal ct argentino nonostante l'ampio turnover, a supporto sulla trequarti. Sia Maxi Rodriguez che Veron in zona mediana, in difesa c'è Burdisso. Nella Grecia, Rehhagel attua un super catenaccio: sei difensori, tre centrocampisti e un attaccante, il solo Samaras.

POCHE EMOZIONI - Grecia tutta indietro, Argentina senza motivazioni. Il risultato è un primo tempo alquanto noioso, con ben pochi sussulti. Veron ci prova un paio di volte dalla distanza, Messi va vicino al gol allo scadere della prima frazione di gioco, Aguero e Milito provano a dialogare spesso, ma la fitta rete di maglie greche in retroguardia rende impossibile una manovra fluida e disinvolta. Gli ellenici, nei primi quarantacinque minuti, sono tutti in un'azione in solitaria di un Samaras che da solo, lì davanti, nulla può. Ma il fatto è che si tratta di una Grecia che non pungerebbe neanche se usasse il famigerato cavallo di Troia: l'Argentina risulta superiore in ogni reparto, ma la mancanza di stimoli efficaci la rende innocua. E la partita risulta di una noia mortale.

LA GRECIA AFFONDA - Seppur senza motivazioni, però, la differenza di qualità alla fine si fa sentire. E paga, alla squadra dotata maggiormente. Perché nonostante la Grecia sia quella che deve attaccare per davvero, lo schieramento tattico imposto da Rehhagel le impedisce qualsiasi movimento offensivo degno di nota. E l'Argentina ne approfitta. Con Demichelis e Palermo: il primo insaccando in mischia, dopo un suo colpo di testa ribattuto e un tocco - di mano? - di Messi; il secondo, raccogliendo la respinta di Tzorvas su una conclusione dello stesso Messi. In precedenza, "pulce" pericolosa in due occasioni: su punizione, al 69' - nell'occasione, su respinta dell'ottimo Tzorvas, bolide dalla distanza di Bolatti, parato - e con un siluro che termina sul palo poco prima del 2-0.

TRIPLICE FISCHIO - E così, vince l'Argentina. Che chiude a punteggio pieno la fase a gironi, per la gioia di un Maradona impazzito per la felicità in panchina. Grecia troppo chiusa, mai pungente. Eliminata, soprattutto: gli ellenici chiudono terzi, alle spalle della Corea del Sud. E ora gli ottavi, per l'Albiceleste: affronteranno il Messico di Aguirre.

___

IL TABELLINO

GRECIA-ARGENTINA 0-2

MARCATORI: Demichelis al 32’, Palermo al 44’ s.t.

GRECIA (3-4-2-1): Tzorvas; Papadopoulos, Moras, Kyrgiakos; Vyntra, Papastathopoulos, Tziolis, Torosidis (dal 10’ s.t. Pasatzoglou); Katsouranis (dal 10’ s.t. Ninis), Karagounis (dall’1’ s.t. Spiropoulos); Samaras. (Chalkias, Sifakis, Seitaridis, Charisteas, Sapingidis, Gekas, Kapetanos, Malezas, Prittas.) All: Rehhagel.

ARGENTINA (4-3-1-2): Romero; Otamendi, Demichelis, Burdisso, C.Rodriguez; Maxi Rodriguez (dal 18’ s.t. Di Maria), Bolatti, Veron; Messi; Milito (dal 35’ s.t. Palermo), Aguero (dal 31’ s.t. Pastore). (Andujar, Pozo, Heinze, Higuain, Tevez, Garce, Mascherano.). All: Maradona.

ARBITRO: Irmatov (Uzb)

NOTE - Spettatori 38.891. Ammoniti Katsouranis e Bolatti per gioco scorretto. Angoli 10-1. Recuperi: primo tempo 1’, secondo tempo 2’.







 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


FACEBOOK

Google ADS

Amazon