Tu sei qui: Home EUROPA LEAGUE Semifinale di ritorno dell'Europa League

Calciomercato,Serie A,Serie B-Milan,Juve,Inter

Semifinale di ritorno dell'Europa League

E-mail Stampa PDF
( 1 Voto )

Valencia 0-1 Atletico Madrid; Reti: 60’ Adrian Lopez (AM)

La prima finalista dell’Europa League è l’inarrestabile Atletico Madrid di Diego Simeone, arrivato a ben 11 vittorie consecutive nel torneo corrente e alla seconda Finale in tre anni. Valencia coraggioso nel primo tempo, con varie occasioni da gol: al 21’ due chance per Jonas e due parate in rapida successione di Courtois, al 32’ Soldado sfiora il secondo palo di testa, al 39’ Canales da posizione defilata mette ancora in guardia il portierino belga del Madrid. L’Atletico invece non sembra voler pungere. Nella ripresa però i “colchoneros” trovano il gol che alla fine taglierà le gambe al Valencia: al 60’ Diego apre a destra per Adrian Lopez, che stoppa di petto, lascia rimbalzare una volta la palla e segna sotto l’incrocio del palo più lontano con una botta di destro magnifica (stile Van Basten vs URSS ad Euro ’88). Gol numero 8 per il 24enne ex Depor, 11 se si considerano i Preliminari. A questo punto il Valencia ha mollato e, al 65’, gli ospiti sfiorano lo 0-2 con Falcao, ma Alves è bravo a parare. Nel finale c’è una rissa: il Valencia chiede un rigore inesistente, ma è Tino Costa a toccare di mano, non Tiago, quindi l’ex centrocampista della Juventus si arrabbia e perde il controllo dei nervi. Risultato: espulso il portoghese, capitano di serata, perché tira un ceffone a Soldado e poi un calcio a Jordi Alba (!), e rigore non concesso dopo una consultazione con l’arbitro di porta. L’orgoglio del Valencia si ferma sulla linea quando al 90’ Godín salva un tiro di Mathieu. Atletico Madrid in Finale di Europa League con grandissimi meriti.

Athletic Bilbao 3-1 Sporting Lisbona; Reti: 17’ Susaeta (AB), 43’ Van Wolfswinkel (SL), 46’ p.t. Ibai Gomez (AB), 87’ Llorente (AB)

Spettacolo al San Mames, con vittoria per 3-1 e passaggio in Finale, a un passo dai supplementari, dell’Athletic Bilbao di Marcelo Bielsa ai danni di un’ottimo Sporting Lisbona. Al 10’ c’è un brutto colpo per lo Sporting in vista della Finale: non ci sarà il suo bomber Ricky Van Wolfswinkel, diffidato e ammonito per un fallaccio su Amorebieta. L’Athletic prova a segnare e ci riesce al 17’ con un gol favoloso: cross da destra di Muniaín, Llorente in mezzo la lascia di petto per Susaeta, che segna con una bellissima volèe di destro. 1-0 e padroni di casa che hanno già sistemato il discorso qualificazione. Continua a spingere la squadra di Bielsa e al 41’ Llorente di contro balzo, in mezzo all’area su assist al bacio di Ibai Gomez, trova una gran parata di Rui Patricio. Lo Sporting però è vivo e lo dimostra pareggiando al 43’: Iraizoz spazza su un corner, tiro da fuori di André Santos, rimbalzo su Xandao che favorisce Van Wolfswinkel, il cui tiro rasoterra vale l’ 1-1. Il Bilbao però è una squadra pazza come il suo mister e sigla il 2-1 già al primo minuto di recupero: sulla mezzaluna del limite Llorente riceve palla, la difende e girandosi vede l’inserimento a sinistra di Ibai Gomez, che di sinistro batte Rui Patricio in uscita con un mezzo pallonetto. Il risultato è lo stesso dell’andata, ma a ranghi invertiti. Nella ripresa c’è un palo per ciascuna squadra: al 52’ Javi Martinez stacca imperiosamente di testa su corner e colpisce il palo, poi al 55’ Insua stampa una potente punizione di sinistro dalla distanza sul primo palo di Iraizoz. Sembra che i supplementari siano inevitabili, ma all’ 87’ il San Mames esplode di gioia perché arriva il 3-1 della storia: grande giocata di Ibai Gomez sulla sinistra, che finta di crossare con il destro ma lo fa con il sinistro, trovando infine Fernando Llorente, la cui zampata di destro sul primo palo lascia di stucco Rui Patricio dopo una lieve deviazione sul palo (7 reti nel torneo per “El Rey León”). Non c’è più tempo per l’ottimo Sporting Lisbona di Sá Pinto. In Finale vola l’Athletic Bilbao, a 35 anni di distanza da quella persa nel 1976-1977 contro la Juventus: quella però era la Coppa UEFA e, soprattutto, era un altro Athletic.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


FACEBOOK

Google ADS

Amazon