Tu sei qui: Home SERIE A Marco Materazzi trova ancora il modo di soprendere tutti.

Calciomercato,Serie A,Serie B-Milan,Juve,Inter

Marco Materazzi trova ancora il modo di soprendere tutti.

E-mail Stampa PDF
( 1 Voto )

 Mai banale, in campo come al di fuori del rettangolo verde, Marco Materazzi trova ancora il modo di soprendere tutti. A bocce ferme, approfittando della pausa per le nazionali, il difensore nerazzurro fa il punto sul campionato e prende tutti in contropiede rispondendo alle dichiarazioni del numero uno bianconero Jean-Claude Blanc: "La Juve è molto più forte dell'Inter, ma noi non molliamo mai e grazie a questo superiamo la loro classe e tecnica". Non male come reazione alla voglia juventina di riaprire il discorso scudetto (ammesso che sia mai stato chiuso) ma soprattutto una presa di posizione in totale controtendenza rispetto alle convinzioni di un po' tutti gli addetti ai lavori.

Il sospetto, assai fondato, è che Materazzi voglia in realtà mettere pressione sui diretti inseguitori rovesciando il tema tanto caro in casa Juventus: "I favoriti sono loro e solo loro possono perdere lo scudetto. A noi farci trovare pronti se ciò dovesse accadere". Il 36enne leccese, in questa stagione, al pari di Francesco Toldo si sta trasformando in un elemento magari poco considerato (Materazzi è ormai chiuso dai vari Lucio, Samuel e Cordoba) ma fondamentale all'interno dello spogliatoio. Non a caso, soprattutto nelle gare in trasferta (laddove si viaggia di più con la necessità di 'fare gruppo'), Mourinho lo convoca sempre nonostante l'utilizzo col contagocce (2 presenze per 69 minuti in campionato, 9 minuti da boa offensiva in Champions nell'andata con la Dinamo).

Uno degli 'eroi' di Berlino, stavolta Materazzi è ampiamente tagliato fuori dalla corsa ad un posto per il Sudafrica. Lui lo sa ma la prende con filosofia: "Tornare in azzurro? Penso di noi, perché per farlo dovrei prima giocare nel mio club. Comunque io vado sereno per la mia strada. Sono sicuro che la nazionale farà benissimo". Dopo anni da titolare indiscusso, il difensore nerazzurro sente di essere ormai nel vivo della parabola discendente ma non ne fa un dramma: " Nella vita c’è anche altro. Ci sono le moto, ci sono i musei, c’è la famiglia e ci sono gli amici".

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


FACEBOOK

Google ADS

Amazon