Tu sei qui: Home SERIE A I risultati della venticinquesima giornata di Serie A

Calciomercato,Serie A,Serie B-Milan,Juve,Inter

I risultati della venticinquesima giornata di Serie A

E-mail Stampa PDF
( 0 Voti )

Si devono ancora giocare tre partite nella 25esima giornata di serie A (Bologna-Udinese, Lazio-Fiorentina e Napoli-Inter). Nelle sette partite già disputate ci sono stati 24 gol e risultati piuttosto a sorpresa. Andiamo con ordine: dopo i due anticipi (Genoa-Parma 2-2, con la doppietta di Palacio che in extremis agguanta i ducali, e la partitissima Milan-Juventus terminata 1-1 tra le polemiche), oggi pomeriggio è crollata la Roma, sconfitta 4-1 a Bergamo da un'Atalanta sempre sorprendente. De Rossi arriva in ritardo alla riunione tecnica e Luis Enrique, sempre attento a comportamenti "poco consoni", lo lascia in tribuna; peccato che la Roma senza di lui affonda senza colpo ferire. Tripletta di Denis che non segnava da oltre due mesi, la gara era stata aperta dal gol di Marilungo. Per la Roma a segno ancora una volta Borini, giunto al sesto gol in campionato, ma stavolta la sua rete è inutile: la Roma perde l'occasione di staccare il Napoli, e la prossima settimana c'è il derby. Vittoria importantissima per il Lecce, che espugna il Sant'Elia di Cagliari: 2-1. Apre Muriel (secondo gol consecutivo per lui), pareggia Larrivey su calcio di rigore ma Bertolacci prima della metà della ripresa regala tre punti d'oro ai salentini, che avvicinano ulteriormente la zona salvezza. Non molla però il Siena di Sannino, addirittura straripante contro un Palermo che in trasferta proprio non gira. Finisce 4-1 per i toscani che così tengono il Lecce a 2 punti di distanza. Dopo due minuti Balzaretti viene espulso per fallo da ultimo uomo e il Siena dilaga, pur passando in svantaggio per il gol di Budan. Poi segnano Terzi su rigore, Bogdani (primo gol in maglia Siena), Rossettini e Brienza. Il Siena resta quartultimo, per ora al sicuro ma sempre pericolante. Nelle zone basse si rialza anche il Catania, che dopo il 3-1 subito a Torino batte il Novara con identico punteggio. Di Bergessio, Marchese e Gomez le reti etnee, inutile il gol di Rubino nel finale. Il Novara di Mondonico non prendeva gol da tre partite, questa sconfitta è pesante perchè le altre hanno vinto e allungano. Perde invece il Cesena che resta all'ultimo posto. Il Chievo si impone con il minimo sforzo, 1-0 grazie all'ex Moscardelli. In classifica Milan e Juventus continuano il loro duello (i bianconeri hanno una partita in meno, recupereranno il 7 marzo), stasera vedremo se Napoli e Inter approfitteranno dello scivolone della Roma, mentre in coda si alza l'asticella della zona salvezza.



 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


FACEBOOK

Google ADS

Amazon