Tu sei qui: Home SERIE A Milan, da -10 a -4: adesso fa già meno freddo

Calciomercato,Serie A,Serie B-Milan,Juve,Inter

Milan, da -10 a -4: adesso fa già meno freddo

E-mail Stampa PDF
( 0 Voti )

Da -10 a -4 in meno di 20 giorni non è rimonta da poco. E adesso, ripreso il secondo posto, il Milan può legittimamente considerare del tutto riaperto il campionato, dopo le tre vittorie nelle tre ultime partite mentre l'Inter ha raccolto solo tre pareggi.
Era dal 5 dicembre che la squadra di Leonardo non si avvicinava così tanto ai cugini nerazzurri, battuti in quel turno dalla Juventus mentre i rossoneri avevano vinto per 3-0 contro la Sampdoria. Poi la distanza si era di nuovo ampliata, con i due punti rimediati tra la fine di gennaio e l'inizio di febbraio nelle tre partite con Inter, Livorno e Bologna che sembravano aver spento qualsiasi velleità di rimonta scudetto. Invece il Milan è ancora lì e domenica ha un altro turno sulla carta favorevole, visto che al Meazza arriverà un'Atalanta in crisi mentre Milito e compagni giocheranno a Udine contro una squadra che ieri ha mostrato segnali di ripresa.


Tra i protagonisti delle ultime due vittorie contro Bari e Fiorentina c'é sicuramente Christian Abbiati, che ha ormai vinto a mani basse il ballottaggio con Dida ed è destinato a restare il portiere titolare fino alla fine della stagione e non solo. Alessandro Nesta ieri lo ha indicato come il migliore in campo ma "io sbatto Ronaldinho in prima pagina - spiega Abbiati - A me le prime pagine interessano poco. Sono contento non tanto per la mia prestazione ma per la vittoria, era importante provare ad ottenere il massimo dalla trasferta di Firenze e, pur soffrendo parecchio, ci siamo riusciti. Con questi tre punti ci siamo avvicinati all'Inter".
In effetti, Ronaldinho ci ha messo del suo finora, con 12 gol, di cui 9 in campionato e 3 in Champions League (6 su azione e 6 su rigore), e la bellezza di 14 assist, compresi i due che hanno mandato ieri in gol Huntelaar e Pato. Ieri a Firenze ha dato una mano anche l'arbitro Rosetti e Abbiati ha ribadito che quello di Thiago Silva su Montolivo poteva essere un fallo da rigore: "Ho rivisto l'azione in tv e l'arbitro poteva dare rigore. Poi la palla è andata ad un loro attaccante che ha avuto un'ottima occasione da rete".
Domenica arriva l'Atalanta e Leonardo ha un buco a centrocampo, visto che Ambrosini difficilmente recupererà dopo la botta al polpaccio subita ieri e che Flamini è squalificato.
Due le opzioni: Jankulovski a centrocampo oppure Beckham spostato sul centrosinistra. "E' una partita importante, da non sottovalutare - conclude Abbiati - L'Atalanta è un'ottima squadra e lotta per salvarsi per cui arriva a San Siro con stimoli molto forti. Per noi vincere la partita di domenica pomeriggio sarebbe molto, molto importante".

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


FACEBOOK

Google ADS

Amazon